Autore Post

21 Maggio 2017 alle 14:52

In un recente post scritto dalla psicoterapeuta e sessuologa Roberta Rossi si legge: “molte donne fingono orgasmi per soddisfare il compagno”. No. Fingono perché non sanno che l’orgasmo vaginale non esiste (e che l’anorgasmia è una disfunzione o malattia inesistente). Quindi, per sentirsi “normali” devono far credere al partner che riescono a godere con il pene in vagina. Le responsabilità di questa ignoranza è anche dei sessuologi, perché tutti sanno che l’orgasmo vaginale non esiste, ma non lo divulgano tramite i mass-media né quando fanno educazione e terapia sessuale: il mantenimento dell’ignoranza è un grande business.

Le poche donne che affermano di provare “l’orgasmo vaginale” ricorrono a quest’espressione perché da 100 anni è usata dai sessuologi, ma è errato dal punto di vista scientifico, perché l’orgasmo è sempre scatenato dagli organi erettili della vulva (clitoride, piccole labbra ecc.), che tutte le donne possiedono, per questo bisogna parlare semplicemente di “orgasmo femminile”, come si usa genericamente “orgasmo maschile” per gli uomini.

Abituarsi a usare semplicemente “orgasmo femminile” è importante perché non ci saranno più donne che si sentiranno anormali, patologiche o inferiori perché non provano l’inesistente orgasmo vaginale, e potranno parlarne senza più vergognarsi anche con il partner e le amiche.

Tutte le donne possono avere orgasmi, non solo durante la masturbazione reciproca e nel rapporto orale, ma anche nel rapporto vaginale (e anale) sempre, anche la “prima volta” (cioè al primo rapporto vaginale, che non deve essere doloroso) e in tutte le posizioni, con la (semplice) stimolazione contemporanea di clitoride e piccole labbra con le dita, che si può fare anche dopo l’eiaculazione maschile in vagina.

Avete 2 mani con 10 dita (e ci sono anche le dita della donna), durante il rapporto vaginale le usate per accarezzare viso, collo, seno, natiche della vostra partner. Perché non usarle anche per la stimolazione della clitoride ?

Sapere che l’orgasmo vaginale non esiste sarà una liberazione anche per i maschi, non ci saranno più ansie da prestazione, perché non è il pene quello che conta (quindi non sono importanti neanche le sue dimensioni), ma sono le mani che un ragazzo o un uomo deve sapere come e dove usare ed è una cosa semplicissima, ma i sessuologi lo devono spiegare a tutti quando fanno educazione sessuale, agli adolescenti e adulti.

Vale quindi la proporzione Conoscenza: Educazione = Libertà: Felicità. Insomma, mai più senza orgasmo femminile, perché è importante anche per la salute sessuale e generale.

21 Maggio 2017 alle 15:03

uhm….non credo siano tutti o tutte daccordo sull’intero discorso…

lo squirting femminile come avviene?….non è un orgasmo vaginale?….è una domanda la mia eh….mi devo informare, mi trovo momentaneamente impreparato…bravo baudelaire…mi piace sto post…^__^

p.s.

io ho sempre saputo che per la donna esistono due tipi di orgasmo e sono totalmente differenti l’uno dall’altro, uno clitorideo ed uno come hai detto tu vaginale….ora è cambiato tutto?…boh…

21 Maggio 2017 alle 15:46

per quanto mi riguarda ( e ti assicuro che conosco benissimo il mio corpo) l’orgasmo vaginale esiste e come…sicuramente dipende da donna a donna….ma io solo con la stimolazione clitoridea …con carezze e leccate varie….non potrei mai avere un orgasmo…assolutamente mai ….quel tipo di approccio puo portarmi ad un rilassamento ad un piacere preliminare….ma senza penetrazione (e ti dirò di piu io riesco ad arrivare allo squirting solo con la penetrazione fatta con le mani …mie o di un partner) non riuscirei mai a provare un piacere completo che può definirsi orgasmo…quindi per quanto mi riguarda la signora sessuologa non c’ha capito una beata minkia affermando con sicurezza che l’orgasmo vaginale non esiste…secondo me l’universo femminile ha molte sfaccettature e la cosa è molto soggettiva

22 Maggio 2017 alle 2:02

Rispondo con piacere al tuo post Baudelaire, lo trovo altruista nei confronti della sfera femminile, ottimo. Posso dire che in 26 anni di autoerotismo e 20 anni di esperienza con mio marito e con il mondo femminile , mi è capitato più volte di sorprendermi nella varietà di orgasmi che ho potuto provare e far provare. L orgasmo vaginale esiste eccome con le dita con il rapporto con l aiuto di giochini e utensili vari ahahha, si possono provare piaceri immensi che portano ad allagamenti non da poco, penso di provare entrambi gli orgasmi anche se più propensa a quello clitorideo quando a giocare sono da sola.:). Buon orgasmo a tuttiiiii

 

22 Maggio 2017 alle 23:04

La vagina è un organo interno responsabile della riproduzione. Infatti, dopo la menopausa va lentamente in “atrofia” e da secoli sappiamo che non ha una struttura anatomica tale da poter scatenare un orgasmo. Ciononostante, nel 1905 l’orgasmo vaginale è stato inventato da Sigmund Freud sulla base di opinioni personali prive di basi scientifiche.

22 Maggio 2017 alle 23:08

ma dove le trovi queste informazioni baudelaire?….

sono sempre più basito dai testi che smentiscono la pratica e le esperienze reali…

 

31 Maggio 2017 alle 8:53

Mia moglie mi dice sempre:

Te sei diverso da tutti, nessuno mi fa sentire come te. Ed ora che sei contento spostati e dormi.

Altro che orgasmi vaginali!!

31 Maggio 2017 alle 17:33

ma non hai pensato all’ immenso numero di terminazioni nervose che ha il canale vaginale?

20 Giugno 2017 alle 14:02

io già amo kaya!

23 Giugno 2017 alle 1:01

IL RISPETTO E LA SIMPATIA PRIMA DI TUTTO