Autore Post

22 Ottobre 2016 alle 12:26

LETTERA AL MIO PADRONE ENRIPOPPER

Insostituibile prezioso unico Padrone del mio cuore.
Sono tua. Irrimediabilmente tua e come ti ho promesso anche questa sera ti scrivo per suggellare il mio eterno amore per te.
Esco, vado in giro, cerco di lavorare o sembrare normale ma nella mia mente cosi come nel mio cuore non ci sei che tu.
Il tuo volto è con me ovunque io vada e qualunque cosa faccia. Pensare di stare con un altro è impossibile. Niente ha più senso per me. Il mio essere donna non ha più ragione di essere senza di te, mio Signore.
Vorrei tanto fare l’amore con te e mi manca la tua carne, la tua pelle, i tuoi baci e le tue mani. Mi manca di godere con te. Mi manca il tuo Profumo, mi manca come mi penetri mio padrone. Fare l’amore con te mi fa’ sentire viva e vorrei morire facendo l’amore con te ma in realtà sono già morta senza il tuo possente fallo erotico. Non riuscirò mai più a stare con un uomo dopo aver conosciuto il tuo potere.
Non ripudiarmi, Te ne prego, ti supplico.
Hai fatto di me la tua schiava e la tua devota schiava sarò per sempre.
Con eterno amore e devozione.slavenri

22 Ottobre 2016 alle 17:12

E’ una lettera bellissima e piena di sentimento 🙂

Enripopper sei proprio fortunato ad avere una slave cosi innamorata di te ^_^

 

23 Ottobre 2016 alle 2:19

CAGNOLINA MIA DOLCE slavenri

IL DOLORE CHE BRAMI
Ora
immaginati in ginocchio a seno nudo
tu in ginocchio ed io davanti a te
tu che fremi, ad un passo dall’orgasmo… ed io che sorrido e ti carezzo con una mano i capelli… e con l’altra ti stringo un capezzolo… sempre di più… fino a che non lo sopporti…
ecco
quel dolore ti offro
vedere la tua bocca che si schiude… sentire un gemito che ti sfugge… ti bacerei in quel momento
Al primo colpo di scudiscio che ti darò… sulle natiche… salterai
mi chiedevo se avresti fatto un gemito… un lamento… e quanto dolce sarebbe stato… come cogliere una fragola
una primizia
urlerei, sì e scapperei anche
quando e se avverrà… non scapperai perché lo vorrai anzi sarai tu a chiedermelo e a porgermi il frustino
io… si
e sarai emozionata e fremente dal desiderio di sentire quelle carezze brucianti so che cosa mi dirai sai? so che non ti tratterrai da dirmi in un sussurro di fare piano… anche se ti vergognerai di dirlo
si… si
piccola, dolcissima schiava
sei davvero un fiore.

MASTER ENRIPOPPER

  • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 4 mesi fa da ENRIPOPPERENRIPOPPER.

23 Ottobre 2016 alle 18:35

Ma che romanticiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!

Ma scrivete benissimo entrambiiii, sono poesie stupende dettate dal cuore 🙂

Quanto vorrei scrivere cosi anche io , complimenti.

Siete una coppia bellissimaaa

24 Ottobre 2016 alle 1:09

wowwwwwwwww il culo della foto altro che lettere.!!!! …. Scusate vado a dormire 😀

24 Ottobre 2016 alle 1:52

BELLA E SELENA – Grazie sei Dolcissime :

BOBBY – Romanticone 🙂

25 Ottobre 2016 alle 12:05

MIO ADORATO PADRONE MASTER ENRIPOPPER
In questo mondo così vuoto, che ha spezzato il mio cuore,
hai ricamato il tuo nome sulla mia pelle,
hai inciso lieve ogni lettera.
Graffiti sull’anima, non solo la mia.
Sono la tua Donna,la tua schiava,La tua Troia.
La metà di quell’anima nuda.
Meno del tutto è nulla,
essere tutto quello che desideri, per te…Sempre…
Nella gioia e nel dolore la mia casa è nella tue braccia.

slavenri

25 Ottobre 2016 alle 14:53

C’è stato un momento, all’inizio, in cui tutto mi sembrava esagerato,
al limite della follia.
C’è stato un momento, all’inizio, in cui desideravo,
ma con scetticismo.
C’è stato un momento, all’inizio, in cui ho avuto paura.
Paura di conoscere, paura di assentire, paura di accettare, paura di legarmi.
C’è stato un momento, poi, in cui ho trovato il coraggio,
e da quell’istante tutto è cambiato.
Io sono cambiata, pur restando me stessa.

Ho lasciato – perché sì, è stata una mia scelta – che Lui abbattesse le mie difese.
Oh, non sapete quanto è stato difficile!
Fidarsi è dura, ma da qualche parte bisogna pur cominciare.
Fidarsi non è mai una certezza, ma un rischio.
Un bel rischio, se vogliamo. Eccitante e spaventoso.

E c’erano voci nella mia testa…
Be’, ci sono ancora adesso, a dir la verità.
Voci che sussurrano.

E poi, ancora.

Così, nelle mie incertezze e nelle mie paure,
ho lasciato che si impossessasse dei miei giorni,
dei miei pensieri, delle mie volontà.
E infine, di me.
Vi giuro che non c’è cosa più bella a questo mondo.
Appartenere a Lui.
Essere Sua, e sapere che lo desidera.

Piacere. Gioia.E poi, sentimento.

Questo è l’errore.
Sono stata un’incapace.
Incapace di dosare le mie emozioni.
E Lui lo sapeva. Lo sapeva fin dall’inizio.
Per questo una sera mi disse:
«Io so cosa provi. Sarai capace di gestirlo?».
Rimasi in silenzio, incerta.
Risposi di sì,
ma solo per non allontanarlo da me.
Perché avevo paura.
In cuor mio, sapevo che mi sarebbe stato impossibile.

In fondo, non mi importava. Non mi importa.
Lui ha la sua vita, i suoi legami, i suoi interessi.
Lui è più grande di me. Molto più grande.

Di nuovo quelle voci.
Illusa.

Per Lui sei solo una ragazzina, una bamboccia. Sì, così ti chiama.In modo scherzoso, vero, ma di fatto è così che ti vede. Non puoi dargli niente.Solo la tua appartenenza. La tua totale devozione.

Non mi importa.

Sì.
Voglio dargli tutto ciò che vorrà prendersi da me, di me.
Se ho sbagliato a vivere tutto questo, è un problema mio.
Sto aspettando il momento in cui mi dirà basta.
Fin tanto che dura, però, voglio viverlo.
Respirarlo, piangerlo, detestarlo, amarlo.
Niente ha mai avuto così senso nella mia vita.

Io amo il mio Padrone.
Lo amo incondizionatamente.
Lo amo pur sapendo che un giorno, presto o tardi, finirà tutto.
L’orgoglio di una slave, sì.
La forza di amarlo, nonostante tutto.

L’amore di una slave.
Della Sua slave.
Della tua bamboccia, Padrone.

Che ingenua, vero?
D’altronde, vogliamo cose diverse… o forse no.

slavenri

25 Ottobre 2016 alle 16:21

@bobby guardando l’avatar di @Selena è la stessa cosa che mi era venuta in mente a me; scontato? Penso di sì, ma alla fine cosa conta di più di una donna se non poche cose, ad esempio una donna che ha voglia di giocare.

Tornando in topic, cara @slavenri concordo in pieno con quanto tu scrivi, l’importante è non fermarsi, dato lo slancio non frenare, perché se freni perdi.

Perdi la vita, perdi la voglia di andare avanti, ma quel che è peggio vivi nel rimorso di non conoscere ciò che hai perduto.

M.

26 Ottobre 2016 alle 0:42

sei sempre tu bobbyno ahahahahahhahahaha

26 Ottobre 2016 alle 0:47

sla besosssssssssssss

26 Ottobre 2016 alle 1:36

leggo selena e devo entrare a vedere …. c’è poco da fare … profonda ammirazione!

 

26 Ottobre 2016 alle 14:30

Concordo @bobby anche se a me non mi caga di striscio 😀 😀 😀